48 ore a Reggio Emilia

La vitalità di una città accogliente

di Silvia Ugolotti

Rassicurante e a misura d’uomo, Reggio Emilia incarna la dimensione umana delle città di provincia, da scoprire un poco alla volta, con l’andatura lenta del passeggio o il ritmo scampanellante di una pedalata in bicicletta.

 

GIORNO 1

Ore 9.00  –   Pasticceria Boni
Dolci al cucchiaio, pasticcini, torte: dal 1890 la pasticceria Boni è punto di riferimento in città. Con un buon caffè che cosa se non la torta di riso? Servita calda in un’atmosfera d’antan
(pasticceriabonireggioemilia.it)

Ore 10.00  –  Piazza Prampolini
Città d’arte e di cultura conserva un patrimonio storico e architettonico importante. Da un lato ci sono le piazze, dall’altra i teatri pubblici che, caso raro, forse unico, affacciano tutti su piazza della Vittoria, la più grande della città, un perfetto esagono: in mezzo corre la via Emilia. Il cuore di Reggio Emilia è in piazza Prampolini, la piazza Grande con la Cattedrale e il Battistero romanico e il Palazzo del Comune dove sventola il Tricolore.

Ore 11.00 – Museo del Tricolore
Ci sono documenti originali, oggetti e un’esposizione di opere d’arte contemporanea (Novanta artisti per una bandiera) e la Sala del Tricolore Sala 7 Gennaio 1797 i delegati delle città di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia proclamarono la nascita del vessillo verde, bianco e rosso come emblema della Repubblica Cispadana.
Piazza Antonio Casotti, 1

Ore 12.00 – Piazza San Prospero
Sorvegliata dalla Torre Campanaria medioevale e dominata dall’omonima Basilica, con la facciata barocca, i leoni sul sagrato e all’interno affreschi che sono sintesi del Manierismo e del Barocco, è la piazza salotto con i tavolini dei bar e il passeggio lento d’estate. D’inverno quando la nebbia l’avvolge è un quadro metafisico. È la zona delle vetrine gourmet che mettono fame e invogliano a entrare al solo guardarle. Sono quelle della salumeria Pancaldi in via Broletto e del Panificio Melli, sulla piazza. Indirizzi da gastro intenditori dove trovare salumi ben stagionati, formaggi e il miglior erbazzone della città.

Ore 13.00 – Macramé
Le antiche mura di Palazzo Busetti riassumono le idee di ospitalità e cucina di Fabrizio Mantovani, faentino: la mattina c’è la caffetteria poi entra in funzione il bistrot, dove assaggiare il fondente di zucca, profumato al ginger con gamberi e insalata di quinoa. L’aperitivo è con le “mezze dosi”, mentre alla sera si ordina alla carta un menu fine dining, dalla faraona con zucca e caffè al pesce. Un luogo, tante sfumature.
(macrame.re)

Ore 15.00 – Galleria Parmeggiani
Palazzo, di stile gotico-rinascimentale, fu fatto costruire da Luigi Parmeggiani tra il 1925 e il 1928 (su progetto dell’ingegnere reggiano Ascanio Ferrari) per ospitare la sua raccolta d’arte. L’edificio, sia dentro che fuori, sembra esprimere una sintesi di modelli del mondo antico, medievale e rinascimentale, perfettamente in sintonia con le caratteristiche della collezione ospitata.
Corso Cairoli, 2

Ore 17.00 – Spazio Gerra
contenitore espositivo a grandi vetrate per arte, fotografia, grafica, video e pubblicità e non lontano, il Nuovo Museo (musei.re.it) inaugurato l’estate 2021 con una novità, una mostra permanente dedicata a Luigi Ghirri. L’inaugurazione è il frutto di un percorso lungo 10 anni che ha assistito alla trasformazione del Palazzo dei Musei attraverso forme architettoniche, luci, allestimenti e materia curati dall’architetto Italo Rota.
(spaziogerra.it)

Ore 19.00 – Piazza Fontanesi
Poetica e rigorosa, ombreggiata dai tigli sembra un angolo parigino. È la piazza degli appuntamenti e degli aperitivi con un bicchiere di vino e un tagliere di prosciutto. Ad esempio da Bistrot Canossa (bistrotcanossa.it), stile metropolitano con ambienti caldi e curati e una buona carta cocktail, oppure da Jigger (jiggerspiritiecucina.it) dove si seguono le tendenze del drink-system e si abbiano frutta, spezie, sciroppi curiosi come quello al pepe, assenzio e liquori. È lungo via San Carlo, la strada che da piazza San Prospero porta a piazza Fontanesi.

Ore 21.00- Matilde Bistrot e Burger Bar
Dall’amore per il buon cibo e per l’ottimo vino nasce questo locale che in una location accattivante nel centro storico unisce alle antiche ricette della tradizione emiliana burger creativi realizzati con carni della storica macelleria Petucco. Buona la carta dei vini
(matildebistrot.com)

GIORNO 2

Ore 10 – Parco Innovazione
Hub tecnologico a carattere scientifico-umanistico unisce università e impresa. Negli spazi delle ex Officine Reggiane ospita al Capannone #19 laboratori di ricerca e incubatori per start up. Al Capannone #18 risiedono imprese di ricerca e sviluppo, mentre il #15A sarà uno spazio pubblico dedicato a eventi e spettacoli. Oggi le Reggiane sono considerate anche il più grande laboratorio di street art d’Europa e dimostrano come un capitolo importante della storia industriale italiana possa rinascere a nuova vita.

Ore 13 – Interno TRE
Solo ingredienti di origine vegetale e un menù che cambia ad ogni stagione nel segno del colore. In questo piccolo bistrot vegano regna il buon gusto, anche negli arredi. L’atmosfera è retrò e a decorare gli interni ci sono esposizioni temporanee di pittura, fotografia, scultura. Gli artisti che scelgono di collaborare creano percorsi su misura per coinvolgere gli ospiti in un’esperienza artistica da affiancare a quella culinaria.
(internotre.it)

Ore 15 – Collezione Maramotti
Nell’ex stabilimento Max Mara, la collezione è un viaggio di esplorazione nell’arte contemporanea italiana e straniera che inizia nel 1945 e prosegue nel futuro. Da Burri a Fontana, Bacon e Basquiat, l’esposizione si amplia e si rinnova di anno in anno, promuovendo anche il lavoro di giovani artisti.
(collezionemaramotti.org)

Ore 17 – Passeggiata Estense
Per gli amanti della bicicletta sono 250 i chilometri di piste ciclabili. Dalla città, si pedala lungo il Crostolo per raggiungere la Reggia di Rivalta, la piccola Versailles per il suo stile architettonico francese: si chiama Passeggiata Estense e parte da corso Garibaldi, prosegue per viale Umberto I, arriva fino all’ingresso principale del parco per proseguire fino alla Reggia in un percorso immerso nel verde che ricalca l’antico tracciato

Ore 20 – Casa delle Sementi
Fiori e cucina: quello che un tempo era un negozio oggi è una brasserie con un angolo dedicato ai fiori e all’arredo. Da colazione a cena.
Via Arcipretura, 4/A

Vuoi ricevere novità e offerte esclusive?
Iscriviti alla nostra newsletter.

    Cosa stai
    cercando?

    Cerca nel sito prodotti, trattamenti e informazioni utili.

    CONTATTI

    Hai bisogno di informazioni? 

    Invia una MAIL

    CHIAMA

    Orari del centralino: 

    LUNEDÌ-VENERDÌ: 8:00 – 16:30

    SABATO:  9:00 – 12:00

    Listino Riabilitazione

    ORARI DI APERTURA

    Consulta gli orari delle nostre strutture, costantemente aggiornati.

    PISCINE

    Tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00

    Alcune piscine sono aperte con orari alternati (mattina-pomeriggio). Consulta gli orari completi per maggiori informazioni. 

    TERME

    Giorni feriali: 8.00 – 12:00 / 15:00 – 17:00, dalle 12:00 alle 15:00 presso i reparti dell’Hotel delle Rose.

    Domenica e festivi (solo presso l’Hotel delle Rose): dalle 8.00 alle 11.00.

    CENTRO RIABILITATIVO

    Da lunedì a venerdì: dalle 8.00 alle 15.00.
    Sabato: dalle 8.00 alle 12.00.

    Prenota Le Cure

    Prenota Hotel

    Hotel delle Rose****

    Hotel delle Terme***

    Prenota le tue cure

    Invia una richiesta compilando il modulo. Un nostro operatore ti risponderà nel più breve tempo possibile.

      Seleziona il tipo di cura

      I tuoi dati personali

      Data di Arrivo desiderata

      La tua richiesta

      I campi contrassegnati da (*) sono obbligatori.